Standard

Il bovaro del Bernese:

 

Nuovo Standard

(dal Club Italiano Amatori Bovari Svizzeri)

ORIGINE: Svizzera

STANDARD: Ripubblicato il 25-03-2003

 

CLASSIFICAZIONE FCI: Gruppo 2 (Pinscher, Schnauzer, Molossoidi e Bovari Svizzeri), Sezione 3

 

STORIA:

Origini

Il Bovaro del Bernese ebbe origine in un cantone di Berna, Dürrbach, dove un certo Hoffman iniziò ad allevarlo con il nome originario di Dürrbächler.

 

Le sue mansioni furono diverse: oltre a guardiano della fattoria, venne utilizzato nel traino di carretti carichi di bidoni di latte al mercato di Berna o come fedele amico dei figli del fattore.

 

Il Dürrbächler assunse diversi nomi a seconda della distribuzione dei colori: Ringgi se presentava il collare bianco; Blässli se presentava la lista bianca e Bärri se essa non era presente; Gelbbäcler se presentava focature su guance e sopra gli occhi.

 

Solo nel 1892 venne redatto lo standard ad opera di Franz Schertenleib e nel 1904 il Dürrbächler iniziò ad essere presentato nelle esposizioni canine.

 

Nel 1907 venne fondato il Club Svizzero del Dürrbächler e un anno dopo Albert Heim, giudice di razza e allevatore di terranova, consigliò di cambiarne il nome, suggerendo quello di Bovaro del Bernese.

 

Inizialmente la selezione ricercò robustezza e carattere adatto alle mansioni che il Bernese dovette compiere, solo successivamente si ricercò la giusta distribuzione dei colori e la taglia.

 

Inoltre un incrocio con il Terranova contribuì a renderne la struttura più possente, il pelo di fondo più nero e il carattere più dolce.

 

 

ASPETTO GENERALE: cane di utilità a pelo lungo, tricolore, potente e agile; armonico e ben proporzionato, con arti vigorosi e la cui taglia è superiore alla media.

 

PROPORZIONI IMPORTANTI:

 

Rapporto altezza al garrese-lunghezza tronco 9 : 10, più raccolto che lungo.

Rapporto ideale altezza al garrese/profondità torace = 2 : 1.

COMPORTAMENTO E CARATTERE: ben equilibrato, attento e vigile; dolce e fedele con la famiglia, sicuro di sé e pacifico verso gli altri.

 

TESTA: potente. Proporzionata al corpo, non troppo pesante.

 

- REGIONE CRANICA:

 

Cranio: visto di fronte e di profilo poco bombato. Solco frontale poco marcato.

 

Stop: ben definito senza essere troppo pronunciato.

 

- REGIONE FACCIALE:

 

Tartufo: nero.

 

Muso: potente e di lunghezza media; canna nasale diritta.

 

Labbra: ben aderenti; nere.

 

Mandibole & Denti: dentatura forte, completa con chiusura a forbice. Molari 3 (M3) non sono presi in considerazione. Chiusura a tenaglia tollerata.

 

Occhi: bruno scuro, a mandorla, con palpebre ben aderenti.  Né infossati, né sporgenti. Le palpebre non aderenti sono difettose.

 

Orecchie: Di media grandezza, inserite alte, triangolari, leggermente arrotondate sulle punte. A riposo, pendenti e ben aderenti alla testa.  In attenzione, la parte posteriore dell’attaccatura si alza mentre il bordo anteriore dell’orecchio rimane aderente alla testa.

 

COLLO: forte, muscoloso di media lunghezza.

 

TRONCO:

 

Linea superiore: dal collo scende fondendosi armoniosamente con il garrese, poi continua diritta e orizzontale.

 

Dorso: solido, diritto e orizzontale.

 

Lombi: larghi e forti; visti da sopra leggermente meno larghi del torace.

 

Groppa: leggermente arrotondata.

 

Torace: ampio e profondo, scende fino ai gomiti; petto ben sviluppato; cassa toracica di sezione ovale larga che si estende il più indietro possibile.

 

Linea inferiore: risale leggermente dal torace agli arti posteriori.

 

CODA: folta, arriva almeno fino ai garretti; a riposo pendente; in movimento portata in linea al dorso o leggermente al di sopra.

 

ARTI: ossatura forte.

 

- ARTI ANTERIORI: se visti di fronte appiombi diritti e paralleli, abbastanza larghi.

 

Spalle: scapola lunga, forte e ben posizionata indietro, forma un angolo non troppo ottuso con il braccio superiore, ben aderente al torace, muscolosa.

 

Braccio: lungo e obliquo.

 

Gomiti: ben aderenti; né in dentro, né in fuori.

 

Avambraccio: forte, diritto.

 

Metacarpi: visti di lato abbastanza diritti, solidi;  visti di fronte in linea con l’avambraccio.

 

Piedi anteriori: corti, arrotondati; dita chiuse e arcuate. Né in dentro, né in fuori.

 

- ARTI POSTERIORI: visti da dietro diritti e paralleli, non troppo chiusi.

 

Coscia: lunga, larga, forte e muscolosa.

 

Grassella (ginocchio): ben angolato

 

Gamba: lunga e obliqua.

 

Articolazione garretto: forte e ben angolata.

 

Metatarso: abbastanza verticale. Gli speroni devono essere rimossi eccezion fatta per i paesi in cui la loro rimozione è proibita dalla legge.

 

Piedi posteriori: leggermente meno arcuati di quelli anteriori. Né in dentro, né in fuori.

 

ANDATURA: il movimento sciolto, regolare e coprente molto terreno. Passo ampio e sciolto con buona spinta del posteriore; al trotto, visti sia da davanti che da dietro, gli arti devono essere condotti diritti.

 

MANTELLO:

 

- PELO: lungo, brillante, diritto o leggermente ondulato.

 

- COLORE: colore di fondo nero ebano con focature (bruno scuro) sulle guance, sopra gli occhi, sulle quattro zampe e sul torace. Macchie bianche come segue:

 

Macchia bianca simmetrica sulla testa: lista che va verso il tartufo su entrambi i lati fino a formare una banda sul muso;  la lista non deve raggiungere i disegni marrone chiaro sopra gli occhi e la banda bianca sul muso non deve superare gli angoli della bocca.

Macchia bianca moderatamente larga e ininterrotta sulla gola e sul torace.

Desiderati: piedi bianchi e punta della coda bianca.

Tollerati:  piccola macchia bianca sulla nuca e piccola macchia bianca sull’ano.

TAGLIA: deve essere misurata al garrese:

 

Maschi: 64-70 cm; ideale 66-68 cm

 

Femmine: 58-66 cm; ideale 60-63 cm

 

DIFETTI: ogni deviazione dalle caratteristiche sopracitate deve essere penalizzata in funzione della sua gravità.

Comportamento insicuro.

Ossatura gracile.

Posizione irregolare degli incisivi a patto che la chiusura sia corretta.

Mancanza di qualsiasi dente a parte 2 PM1 (premolari 1); gli M3 (molari 3) non sono presi in considerazione.

Mantello: pelo molto riccio.

Difetti di colore e disegno:

Assenza di disegno bianco sulla testa.

Lista troppo larga e/o bianca sul muso che supera nettamente gli angoli della bocca.

Collare bianco.

Grande macchia bianca sulla nuca (diametro massimo superiore ai 6 centimetri).

Macchia bianca sull’ano (dimensione massima 6 centimetri)

Bianco (“balzane”) sugli appiombi anteriori che superano nettamente la metà dei metacarpi (“stivali”).

Fastidiose macchie bianche asimmetriche sulla testa e/o torace.

Macchie e strisce nere all’interno del disegno bianco sul torace

Bianco sporco (macchie della pigmentazione).

Mantello nero tendente al marrone o al rosso.

 

DIFETTI DA SQUALIFICA:

Aggressivo, ansioso o troppo timido.

Naso spaccato.

Prognatismo o enognatismo, bocca storta.

Uno o due occhi blu.

Entropion, ectropion.

Coda arrotolata, ad anello o spezzata.

Pelo corto, pelo doppio (Stockhaar).

Mantello non tricolore.

Colore principale diverso dal nero.

N.B.: gli esemplari maschi devono avere due testicoli normali completamente scesi nello scroto.